Un morso, un sorso di felicità

Venerdì 20 ottobre vi aspettiamo in 25 negozi Famiglia Cooperativa e Coop Trentino. La felicità è condivisione: con “Un morso, un sorso di felicità” puoi partecipare alla raccolta fondi per il progetto Anffas “Scuola dell’abitare”

La ricerca della felicità inizia a colazione. La letteratura scientifica internazionale conferma che una colazione bilanciata accende il metabolismo e protegge l’organismo. Una colazione con alimenti dolci fa inoltre bene all’umore, stimolando un senso di benessere e felicità (American Heart Association 2023). 

A questo principio si ispira anche la prossima iniziativa di solidarietà “Un morso un sorso di felicità”, prevista per venerdì 20 ottobre in ben 25 punti vendita Famiglia Cooperativa e Coop Trentino, finalizzata a sostenere una buona causa di felicità per le persone seguite da Anffas Trentino. Tutti possono partecipare, richiedendo la confezione di carta che fa bene all’ambiente, con tre eccellenze della “buona colazione trentina”, messe a disposizione dai partner dell’iniziativa Sosi, Menz&Gasser e Trento Frutta, a partire da un’offerta consigliata di 12 euro. 

“UN MORSO, UN SORSO DI FELICITÀ” VI ASPETTA QUI

ALDENO, via Dante – ARCO, COGNOLA, Piazza dell’Argentario – COREDO, Via Giovanni Canestrini – MALE’, via 4 novembre –MATTARELLO, via Nazionale  – MOENA, Strada de Prealon – PONTE ARCHE, via Prati – POVO, Piazza Manci – PREDAZZO, via Battisti, RIVA DEL GARDA, Piazzale Mimosa, BLUE GARDEN via Padova – STORO, via Conciliazione – STRIGNO, via Roma – TONADICO, via Scopoli – TRANSACQUA, viale Piave – TRENTO, via Degasperi, MADONNA BIANCA via Menguzzato – RAVINA, via Herrsching – TUENNO, Piazza Alpini – VIGOLO VATTARO, via Vittoria – VIGNE, via Negrelli

IL DIRITTO ALLA FELICITÀ

Ogni anno sono sempre più numerose e importanti le iniziative che Anffas Trentino promuove per sostenere le persone con disabilità intellettiva, relazionale o con fragilità e le loro famiglie nelle proprie comunità di appartenenza. 

Nella sua promessa identitaria Anffas Trentino afferma che tutte le persone abbiano il diritto di vivere momenti di felicità e lo fa impegnandosi ogni giorno a garantire la migliore qualità di vita possibile per oltre 1.000 persone con disabilità, attraverso una rete di servizi pensati in base a bisogni ed età. 

I progetti e le iniziative per favorire la crescita e il benessere, l’autonomia e l’inclusione, l’accoglienza e la residenzialità sottendono principi valoriali fondamentali come: l’autodeterminazione, la tutela, il progresso, il futuro, il sostegno e appunto la felicità. Tra questi si annoverano: la promozione dello sport e del benessere psicofisico, la socialità e la convivialità, il sostegno alla crescita e all’educazione, l’inclusione scolastica, il supporto nei compiti, lo sviluppo di abilità e competenze, l’abitare autonomo, l’inserimento lavorativo, l’accrescimento della consapevolezza dei propri diritti di cittadini, la residenzialità in età adulta ed avanzata. 

Anffas Trentino aspira a vivere in una comunità che non conosca discriminazioni e distinzioni, una comunità in cui i servizi offerti possano abbattere ogni limite e barriera, fornendo alle persone con disabilità intellettiva e relazionale il massimo sostegno possibile.

SCUOLA DELL’ABITARE

Dopo il successo avuto l’anno scorso grazie alla generosa sensibilità dei consumatori trentini, l’edizione 2023 di “Un morso, un sorso di felicità” sarà finalizzata ad adottare un progetto di “scuola dell’abitare” rivolto a 17 ragazzi con disabilità di età compresa tra 18 e 30 anni denominato “Scuola Satellite”.

Il progetto, attraverso la pianificazione di percorsi condivisi con i giovani e con le loro famiglie, prevede modalità d’intervento e tempistiche personalizzate per consentire loro di maturare la consapevolezza e le competenze necessarie per un futuro di vita autonoma e per accompagnare coerentemente i famigliari affinché forniscano ai figli il sostegno adeguato in questo importante e delicato processo di emancipazione. La proposta progettuale finalizzata a una vita indipendente prevede tre step graduali: il primo è appunto la “Scuola Satellite”, segue il training avanzato di “Casa Satellite”, infine subentra “l’Ultimo Miglio”, la fase finale del percorso che prelude all’autonomia abitativa. 

Anffas Trentino dal 2006 si impegna a sostenere i desideri di emancipazione e di autonomia abitativa delle persone con disabilità intellettiva e relazionale, grazie a percorsi educativi specificatamente dedicati e attivi. Sono 10 i giovani che, terminati i percorsi di “scuola dell’abitare” promossi dall’associazione, si sono scelti e oggi vivono a gruppi di 3 o 4, in due appartamenti a Trento e uno ad Aldeno.

Scuola Satellite non beneficia di rette da parte dell’ente pubblico e si sostiene con iniziative di raccolte fondi, con la compartecipazione economica delle famiglie coinvolte e la partecipazione a bandi di fondazioni pubbliche e private.

Col ricavato dell’edizione 2023 di “Un morso un sorso di felicità”, l’associazione punta a sostenere i costi educativi per il primo anno di attività rivolto a questi nuovi 17 giovani che stanno cercando la loro felicità anche grazie all’autonomia abitativa.

SAIT E FAMIGLIE COOPERATIVE 

PER ANFFAS

La Cooperazione di Consumo Trentina sostiene Anffas Trentino da molto tempo, “Un morso, un sorso di solidarietà” è giunta quest’anno alla 19ª edizione. L’iniziativa, nata nel 2004 come “Un morso, un sorso di solidarietà”, ha raccolto nelle diverse edizioni la generosa partecipazione della comunità. 

“Un morso, un sorso di felicità” rinnoverà il proprio appuntamento venerdì 20 ottobre, come sempre, in alcuni negozi e supermercati Coop Trentino e Famiglia Cooperativa. 

Tutti possono partecipare, richiedendo la confezione di carta che fa bene all’ambiente, con tre eccellenze della “buona colazione trentina”, messe a disposizione dai partner dell’iniziativa Sosi, Menz&Gasser e Trento Frutta, a partire da un’offerta consigliata di 12 euro.

Scegliendo di fare la colazione con le pagnotte al latte e cioccolato a lievitazione naturale, la confettura extra di frutta e il succo multivitaminico di alta qualità, sarà possibile sostenere la felicità dei ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale in carico all’associazione, che aspirano a diventare autonomi e un giorno ad abitare da soli. 

Dal 2004 ad oggi “Un morso, un sorso di solidarietà” ha permesso di raccogliere quasi 254.000 euro, che nel tempo hanno consentito di dare vita ad attività concrete e di sostenere iniziative a favore delle persone con disabilità seguite nei vari servizi dell’associazione. Ne sono un esempio l’acquisto di arredi per rendere più familiare la nuova Comunità residenziale di Arco, il sostegno ai progetti di vita indipendente dei giovani, il progetto di auto-rappresentanza “Io cittadino” e lo scorso anno dei progetti a favore della crescita, educazione e benessere dei bambini, dell’autonomia ed inclusione sociale dei giovani e dell’accoglienza residenziale degli adulti e anziani.

Ogni anno Sait e le Famiglie Cooperative invitano, con ottimi risultati, i soci a sostenere Anffas Trentino anche con la donazione dei punti SocioSìla raccolta che fa accumulare punti con la Carta In Cooperazione nella spesa nei negozi Famiglia Cooperativa, Coop Trentino e Coop Superstore. L’anno scorso grazie alla scelta di destinazione dei soci sono stati raccolti 5.850 euro che sono stati impiegati per sostenere i costi del personale tecnico esperto nell’attività assistita con gli animali rivolta ad adulti e bambini con disabilità grave.